Borghi toscani: visitare Bolgheri
Qualora fossi seriamente interessato a fare un viaggio in Toscana, oltre alle città principali, è bene anche addentrarsi nell’entroterra di questa splendida regione che ha tutta una serie di bellezze che meritano di essere visionate.
Fra queste vi è di sicuro, Bolgheri, una frazione del comune di Castagneto Carducci, situato in provincia di Livono contraddistinto da una posizione strategica: si trova infatti al centro dell’Alta Maremma.

Perché visitare il borgo di Bolgheri?

Di motivi per passare del tempo nel borgo di Bolgheri, ce ne sono vari. In primo luogo, una storia ricca di atmosfere bucoliche. Poi, è una tappa ideale per gli amanti della buona cucina, visto che qui è possibile riscoprire sapori unici e autentici. Ecco i punti di interesse da non perdere.

Viale dei Cipressi

Il borgo di Bolgheri è noto tutta una serie di bellezze naturali. In primo luogo, il Viale dei Cipressi è di sicuro un posto fortemente iconico, da visitare a tutti i costi. Trattasi, di fatto, di un rettilineo lungo 5 km, dove sulle sponde laterali si trovano alti cipressi secolari che tagliano in due la maremma. Nel XIX secolo, al posto dei 2.400 cipressi che oggi è possibile ammirare, quasi due secoli fa c’erano dei pioppi. La strada, infine, venne asfaltata nel 1954. Questo luogo fu molto caro a Giosuè Carducci.

Oasi WWF Padule di Bolgheri

Per rendere il tuo viaggio a dir poco unico, visitando il borgo di Bolgheri, non potrai fare a meno di svagarti nella natura. L’Oasi WWF Padule di Bolgheri, pertanto, merita di essere vista per tutta una serie di motivi: i prati umidi, i boschi verdi e gli stagni danno luogo a scorci di paesaggio semplicemente straordinari. Inoltre, quest’oasi è un rifugio faunistico unico e ricco di biodiversità. Ad occuparsi della gestione dell’Oasi WWF Padule di Bolgheri è la tenuta di San Guido con il supporto del WWF.

Castello dei Conti della Gherardesca

Vi è poi il Castello dei Conti della Gherardesca che domina il comune di Bolgheri, accogliendo chi viene a visitarlo, visto che l’ingresso in questo borgo è posizionato sotto alla sua torre.
Il Castello di Bolgheri venne eretto nel Cinquecento e le sue condizioni sono praticamente perfette.
Qui vi sono cantine, dove è possibile assaporare del buon vino. Nei paraggi vi sono poi diverse imprese agricole, fortemente specializzate nella produzione di vino locale.

Cantine vinicole

Se hai la passione per il buon vino, partecipare alla sua degustazione in una delle varie cantine vinicole locali, è un’esperienza di vita da fare a tutti i costi.
Le cantine vinicole locali rappresentano un’ottima opportunità in riferimento a dove è possibile acquistare al miglior prezzo il Bolgheri Sassicaia, vino di grande pregio, conosciuto a molti appassionati, in quanto si è aggiudicato importanti traguardi a livello mondiale.

Il suo colore rosso rubino immenso è inconfondibile così come le sfumature che tendono al granato. L’odore maestoso e il sapore armonico, robusto e asciutto rendono il Bolgheri Sassicaia un vino elegantemente speciale.

Oggi, inoltre, il Sassicaia vanta un primato unico: è il vino più ricercato su scala mondiale, visto che la prima annata della sua commercializzazione risale al 1968. Prima di questa data, il consumo era privato e limitato ai produttori.

La produzione di questo vino speciale è tutta concentrata presso la Tenuta San Guido, l’azienda in possesso dei vigneti. Gustare qualche bicchiere di Sassicaia insieme a cibi intensi per sapori, come i filetti alla bordolese, il piccione arrosto, ma anche con le noci, i funghi porcini crudi accompagnati da qualche goccia di olio di oliva e determinati formaggi, è un’esperienza che “s’ha da fare”.

Oltre al Bolgheri Sassicaia, altri vini degni di menzione sono il Bolgheri Superiore, il Bolgheri Bianco, il Bolgheri Rosso e l’Ornellaia.

Centro storico di Bolgheri

Il centro storico di Bolgheri racchiude tutti i valori della Toscana: le botteghe a conduzione artigianale, le casette realizzate in pietra, le piazze ricche di fiori freschi che con il loro profumo infondono un senso di pace che puoi solo goderti.
Qui si trovano Piazza San Teresa, Piazza Alberto e la casa di Giosuè Carducci.

Conclusioni

In definitiva, la tappa di Bolgheri è immancabile, se hai pianificato un tour in Toscana. Qui potrai trovare le forze e nuove energie per affrontare le sfide che la quotidianità ti propone: immergendoti nella natura e nella vita della campagna toscana, avrai davvero tutto per trovarne giovamento. Infine, il tour enogastronomico è un must.
Tagged:

Leave comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *.